COLTELLO NAZZARENO 1871

Aggiungere al carrello
  • Descrizione

Comunemente chiamato anche"il maremmano di pescecane"in onore del suo possessore un certo Angelo Pelliccia detto appunto pescecane. Nato a Tuoro in provincia di Perugia al momento del suo arresto a Grosseto vantava già vari anni di prigione per furti violenti. Il coltello fu ritrovato a casa del cognato del pescecane un certo Giovanni Del Gobbo in seguito a una perquisizione delle guardie che,cercavano il Pelliccia il quale non si era presentato dal delegato di pubblica sicurezza,ritrovarono il maremmano e fu accusato il Pelliccia del porto del coltello. Fu scagionato dal Del Gobbo e da altre donne che vivevano anche loro nella casa ma fu comunque condannato ad altri due anni di prigione per non essersi presentato dal Delegato di pubblica sicurezza in quanto pregiudicato. Il coltello a questo punto non costituiva più un reato, quindi non fu distrutto,ma archiviato insieme agli atti del processo ancora tutto presente nell'archivio di stato di Firenze. Fabbricato a Scarperia da Gustavo Buffi nel 1871 porta sulla lama la scritta Nazzareno probabilmente una vocazione religiosa lungo quasi 30 centimetri ed ancora ben conservato.

Manicatura in corno di Bue

Lunghezza lama:      cm 13

Lunghezza totale:     cm 30

Produttore: L' Artigiano Scarperia

Presentazione: Scatola di legno